Le politiche attive del lavoro sono l’insieme di interventi pubblici/istituzionali rivolti alla tutela dell’interesse collettivo all’occupazione che vanno ad incidere direttamente sul mercato del lavoro creando nuova occupazione o intervenendo a scopo preventivo o curativo sulle possibili cause della disoccupazione.

 

Esistono misure di politica attiva nazionale come Garanzia Giovani destinata alla platea dei NEET (giovani non impegnati nello studio, né nel lavoro né nella formazione) e l’Assegno di Ricollocazione e politiche attive regionali tramite le quali le singole Regioni promuovono Progetti specifici di Politica Attiva Regionale.

POLITICHE ATTIVE REGIONALI

Gi Group, presso le proprie filiali accreditate ai servizi al lavoro, consente di avere informazioni sui progetti finanziati sul territorio e di accedere a specifici servizi supportati da consulenti qualificati nelle Politiche Attive del Lavoro.

Servizi al lavoro

  • Accoglienza ed informazione
  • Orientamento base e specialistico
  • Accompagnamento al Lavoro
  • Promozione Tirocini
  • Laboratori e Seminari su temi del Lavoro

 

polatt-abruzzo

Garanzia Over

L’Avviso Garanzia Over vuole incentivare l’assunzione a tempo indeterminato di disoccupati con più di 30 anni di età.  L’intervento è previsto nel Patto per lo Sviluppo sottoscritto da Regione Abruzzo e dalle Parti Sociali.

L’obiettivo principale è di facilitare l’assunzione a tempo indeterminato di disoccupati abruzzesi con più di 30 anni di età, con particolare riguardo a donne e over 50 e a quanti vivono nelle aree interne e di crisi.

Gli interventi previsti in Avviso sono rivolti a persone con le seguenti caratteristiche: aver compiuto il 30° anno di età; avere residenza in uno dei Comuni della regione Abruzzo; essere in stato di disoccupazione ai sensi dell’art. 19 del Decreto Legislativo n. 150 del 14 settembre 2015, risultante da iscrizione presso uno dei Centri per l’Impiego e da rilascio della Dichiarazione di Immediata Disponibilità.

Sono previste due linee di intervento:

  1. incentivi alle imprese che assumono, variabili dai 6 ai 12 mila euro (più peso a donne e over 50);
  2. tirocini formativi extracurriculari di 6 mesi rimborsati all’impresa – ma solo se portano all’assunzione -direttamente dalla Regione.  L’impresa paga al disoccupato l’indennità mensile prevista dalla normativa sui tirocini di 600 euro al mese; se però il tirocinio, dopo i 6 mesi, si trasforma in contratto a tempo indeterminato, la Regione rimborsa all’azienda le sei mensilità (3.600 euro).

L’incrocio domanda-offerta.  La selezione dei lavoratori può essere svolta direttamente dall’impresa (la procedura “diretta”) attraverso la piattaforma telematica messa a disposizione da Regione Abruzzo.

In alternativa è prevista la procedura “indiretta” laddove l’impresa si avvalga, a costo zero, dei Centri per l’Impiego pubblici o delle 6 Agenzie private per il Lavoro accreditate da Regione Abruzzo. In tal caso la Regione Abruzzo remunera l’attività di accompagnamento al lavoro (scouting imprese e intermediazione domanda/offerta) solo se l’operatore riesce ad incrociare domanda e offerta di lavoro ed il datore di lavoro/impresa procede all’assunzione a tempo indeterminato.

Gli operatori agiscono su mandato dell’impresa committente e, se riescono ad incrociare domanda e offerta di lavoro, ottengono un premio economico a risultato.

Per ulteriori informazioni e per essere assistito alla presentazione della domanda di candidatura, puoi rivolgerti alle filiali di Gi Group di Atessa, Giulianova, l’Aquila, Pescara, Sulmona.

L’operazione ed il Programma Operativo sono stati finanziati grazie al Fondo Sociale Europeo (FSE).

 polatt-campania

Garanzia Over

La Regione Campania con DD. n. 1341 del 30/12/2014 e ss.mm.ii, ha approvato l’avviso pubblico per la realizzazione di interventi di ricollocazione professionale e di accompagnamento al lavoro destinati a lavoratori coinvolti in processi di crisi strutturale, percettori di AA.SS., attraverso l’utilizzo di tecniche e metodologie innovative di placement individuale e outplacement collettivo.

L’avviso, nell’ambito del Piano di Azione e Coesione III^ riprogrammazione “Misure anticicliche – Intervento per il rilancio delle aree di crisi industriale della Regione Campania”, promuove lo sviluppo di percorsi di inserimento lavorativo realizzati attraverso l’attivazione di esperienze lavorative in azienda e/o assunzioni con contratto a tempo indeterminato.

I beneficiari delle operazioni previste dall’avviso sono i datori di lavoro privati che possiedono i requisiti di cui all’art.4 del Regolamento Regionale n.7/2013.

I destinatari dell’azione sono i lavoratori percettori di AA.SS. in deroga, negli anni 2012-2014, che alla data di adozione dell’avviso sono disoccupati e privi di sostegno al reddito.

L’avviso prevede che i datori di lavoro formalizzino il proprio interesse presentando un progetto in cui espongono la propria idea di come partecipare alla Garanzia Over indicando: la denominazione del soggetto ospitante; il titolo del progetto; gli obiettivi dell’esperienza lavorativa;  il/i profilo/i professionali previsti e il corrispondente numero di lavoratori.

Garanzia Over promuove un’esperienza di reinserimento occupazionale presso un luogo di lavoro, della durata massima di 6 mesi. Tale esperienza, ai sensi della vigente normativa non costituisce rapporto di lavoro.

E’ prevista un’indennità mensile pari ad € 802,50. E’ riconosciuta a titolo di indennità di partecipazione all’esperienza lavorativa in azienda per un massimo di n.ro 107 ore mensili L’importo è corrisposto in base all’effettiva partecipazione alle ore lavorative.

Se sei:

  • un percettore di AA.SS. in deroga, negli anni 2012-2014, ancora disoccupato e privo di sostegno al reddito;
  • un datore di lavoro;

per ulteriori informazioni, chiarire se sei in possesso dei requisiti di partecipazione e per essere assistito alla presentazione della domanda di candidatura, puoi rivolgerti alle filiali di Gi Group accreditate ai servizi al lavoro della Regione Campania, di: Caserta, Napoli, Salerno.

 

Gi Group gestisce in Emilia-Romagna i seguenti progetti:

  • Rete attiva per il lavoro

Consulta la sezione dedicata >

 

Gi Group gestisce in Lazio i seguenti progetti:

  • Contratto di ricollocazione donne con figli minori
  • Contratto di ricollocazione generazioni
  • Assegno di ricollocazione per lavoratori ex-Almaviva

Consulta la sezione dedicata >

 

Gi Group gestisce in Liguria i seguenti progetti:

  • Piano Over 40

Consulta la sezione dedicata >

 

Gi Group gestisce in Lombardia i seguenti progetti:

  • Dote unica lavoro
  • Azioni di rete per il lavoro

Consulta la sezione dedicata >

 

Fondo Politiche Attive, annualità 2014 – ricollocazione disoccupati legno mobile

A valere sul Fondo per le politiche attive del lavoro (FPA) – Annualità 2014, la Regione Marche ha ricevuto un finanziamento per la sperimentazione del contratto di ricollocazione individuando, come popolazione target dell’intervento, circa 1600 disoccupati ai sensi di legge (rif. art.19 del Decreto Legislativo 150/2015) compresi i disoccupati percettori di ammortizzatori sociali, anche in regime di deroga, provenienti da aziende operanti nel settore manifatturiero, ed in particolare nel legno – mobile.

L’intervento, che si dispiega nell’arco di un periodo di 24 mesi, assume come obiettivo il reinserimento lavorativo attraverso misure di politica attiva rivolte alla platea dei destinatari, impegnando i soggetti attuatori (i servizi pubblici per l’impiego regionali e gli accreditati al lavoro ed alla formazione) nell’erogazione di servizi minimi di base (prima accoglienza, bilancio delle competenze, profilazione) oltre a servizi mirati a destinatari specifici.

Le azioni specialistiche sono le seguenti:

  • AZIONE 1: RICOLLOCAZIONE – comprende servizi di orientamento specialistico ed accompagnamento al lavoro. Al termine del percorso di ricollocazione, in caso di raggiungimento del risultato occupazionale, è previsto un rimborso (voucher) per le azioni di ricollocazione intraprese dall’agenzia per il lavoro.

La Regione Marche stima di coinvolgere in tale azione circa 600 utenti.

  • AZIONE 2: PERCORSI FORMATIVI PROFESSIONALIZZANTI – sono sviluppati programmi formativi per l’aggiornamento, la specializzazione ed il potenziamento delle competenze dei soggetti coinvolti. La durata massima della formazione è di 200 ore.

La Regione Marche stima di coinvolgere in tale azione circa 50 utenti.

  • AZIONE 3: PERCORSI FORMATIVI PER L’AUTOIMPRENDITORIALITA’ – si riferisce a percorsi integrati di formazione e assistenza personalizzata, funzionali alla creazione d’impresa. I destinatari di tale azione sono distinti per fasce d’età (fino a 50 anni ed oltre 50 anni). La durata massima della formazione è di 100 ore.

La Regione Marche stima di coinvolgere in tale azione circa 200 utenti.

  • AZIONE 4: TIROCINI DI INSERIMENTO E REINSERIMENTO – esclusivamente per i disoccupato non percettori di ammortizzatori sociali è proposto lo strumento del tirocinio, tale da favorire l’acquisizione di competenze professionali e l’inserimento/reinserimento lavorativo, nonché l’arricchimento delle conoscenze. Per gli utenti-destinatari è prevista un’indennità di frequenza del tirocinio pari €500,00 mensili (con compartecipazione aziendale) al superamento della soglia del 75% delle presenze. La durata massima del tirocinio è di 6 mesi.

La Regione Marche stima di coinvolgere in tale azione circa 100 utenti.

  • AZIONE 5: INTERVENTI PER IL SOSTEGNO ALLA CREAZIONE D’IMPRESA – riguarda interventi di consulenza specialistica o contributi all’acquisto di beni o servizi per l’avvio dell’impresa. I destinatari di tale azione sono distinti per fasce d’età (fino a 50 anni ed oltre 50 anni).

La Regione Marche stima di coinvolgere in tale azione circa 200 utenti.

Per realizzare le attività di “ricollocazione disoccupati legno-mobile” Gi Group ha aderito alla rete territoriale denominata RicollocATI (capofila Sida Group). Nell’ambito del raggruppamento è operativa con la sede accreditata per i servizi al lavoro di Porto Sant’Elpidio (FM) e può svolgere le attività previste nel programma, dalla presa in carico del candidato fino all’erogazione della misura prescelta e alla sottoscrizione del contratto di ricollocazione.

 

Gi Group gestisce in Toscana i seguenti progetti:

  • Assegno per l’assistenza alla ricollocazione (ambito Piano integrato per l’occupazione)
  • Assegno per l’assistenza alla ricollocazione (ambito POR FSE 2014-2020 della Regione Toscana)

Consulta la sezione dedicata >

Gi Group gestisce in Piemonte i seguenti progetti:

  • Garanzia Giovani
  • Buono servizi per persone disoccupate da almeno 6 mesi
  • Buono servizi per persone in condizione di svantaggio
  • Centro Lavoro Torino (Comune di Torino)
  • Sportelli Lavoro presso i comuni di Biella e Santhià

Consulta la sezione dedicata >

Gi Group gestisce in Veneto i seguenti progetti:

  • Assegno per il lavoro

Consulta la sezione dedicata >

POLITICHE ATTIVE NAZIONALI

Garanzia Giovani

Garanzia Giovani (Youth Guarantee) è Il piano europeo per la lotta alla disoccupazione giovanile. Il governo italiano ha definito con le regioni un piano per la sua attuazione.

Entro 4 mesi dall’uscita dal ciclo scolastico o dall’inizio dello stato di disoccupazione, ai giovani tra i 15 e i 29 anni che non hanno un’occasione di lavoro, vengono previste alcune misure a livello nazionale e regionale per offrire opportunità di orientamento, formazione e inserimento al lavoro, quali: programmi, iniziative, servizi informativi, percorsi personalizzati, incentivi.

Per accedere a Garanzia Giovani occorre registrarsi su www.garanziagiovani.gov.it 

Assegno di ricollocazione

L’assegno di ricollocazione è la misura di politica attiva del lavoro finalizzata a promuovere l’occupazione e l’inserimento lavorativo tramite:

  • l’assistenza alla persona e tutoraggio
  • la ricerca intensiva di opportunità occupazionali

E’ rivolto a tutti i soggetti disoccupati che percepiscono la NASpI da almeno 4 mesi e che abbiano ricevuto una specifica comunicazione da ANPAL di coinvolgimento nella fase di sperimentazione dell’assegno di ricollocazione. Il richiedente non deve essere già impegnato in misure di politica attiva analoghe.

Scopri come usufruire dell’assegno di ricollocazione tramite Gi Group: www.gigroup.it/adr