Nuove opportunità per chi assume. L’Incentivo Garanzia Giovani e l’Incentivo Occupazione Sud sono pensati per te! Ecco la nostra guida semplice e immediata.

Incentivo Garanzia Giovani 2017

Incentivo ai datori di lavoro su tutto il territorio nazionale (esclusa la provincia di Bolzano), che assumono dal 1/1/2017 al 31/12/2017, giovani NEET iscritti a Garanzia Giovani disoccupati.

Giovani NEET tra i 16 e 29 anni, iscritti a Garanzia Giovanidisoccupati.

  • Incentivo pari al 50% dei contributi previdenziali, per 12 mesi fino a un massimo di 4.030€,  per assunzioni con contratto a tempo determinato di almeno 6 mesi
  • Incentivo contributivo per 12 mesi fino a un massimo di 8.060€, per assunzioni con contratto a tempo indeterminato o di apprendistato professionalizzante.

L’incentivo è riproporzionato in caso di part-time e non è cumulabile con altri incentivi di natura economica o contributiva.

L’incentivo è soggetto al rispetto del limite del “de Minimis”; lo sforamento è consentito esclusivamente qualora l’assunzione comporti un incremento occupazionale netto. Le procedure operative di attuazione della misura sono disciplinate dalla Circolare INPS n° 40 del 28/02/2017.

Si prevede la prenotazione dell’incentivo tramite domanda preliminare.

84 milioni di 200 stanziati su fondi programma “Garanzia Giovani”.

Aggiornamento al 17 ottobre 2017

Incentivo Occupazione Sud 2017

Incentivo ai datori di lavoro che assumono in 8 regioni italiane (Sicilia, Calabria, Basilicata, Puglia, Campania, Abruzzo, Molise e Sardegna), dal 1/1/2017 al 31/12/2017, giovani disoccupati.

  • Giovani disoccupati tra i 16 e i 24 anni
  • Disoccupati con almeno 25 anni se privi di impiego regolarmente retribuito da almeno 6 mesi

Il lavoratore non deve avere avuto rapporto di lavoro negli ultimi 6 mesi col medesimo datore di lavoro, eccezion fatta per le trasformazioni da contratto a tempo determinato a tempo indeterminato.

  • Incentivo contributivo per 12 mesi fino a un massimo di 8.060€, per assunzioni con contratto a tempo indeterminato o di apprendistato professionalizzante

L’incentivo è riproporzionato in caso di part-time e non è cumulabile con altri incentivi di natura economica o contributiva.

L’incentivo è soggetto al rispetto del limite del “de Minimis”; lo sforamento è consentito esclusivamente qualora l’assunzione comporti un incremento occupazionale netto. Le procedure operative di attuazione della misura sono disciplinate dalla Circolare INPS n° 41 del 01/03/2017.

Si prevede la prenotazione dell’incentivo tramite domanda preliminare.

  • 48 milioni di 500 stanziati per Sicilia, Calabria, Basilicata, Puglia, Campania
  • esauriti i 40 milioni stanziati per Abruzzo, Molise, Sardegna a valere sui fondi strutturali europei politiche attive “PON-SPAO”.

Aggiornamento al 17 ottobre 2017

 

 

Se desidera maggiori informazioni, la invitiamo a contattarci compilando il form sottostante

RICHIEDI INFORMAZIONI